jump to navigation

Tasse sempre tasse fortissimamente tasse…… 28 settembre 2013

Posted by fabrizio1964 in Beppe Grillo, economia, liberalismo.
Tags:
trackback

Stato e Cittadini

Il governo ed il ministro Saccomanni hanno un terribile dilemma: per non perdere gettito (un miliardo di euro…?) aumento subito di un punto l’IVA o intervengo sulle accise dei carburanti…..? Mai, dico mai, una strategia di contenimento della spesa magari toccando quei cosiddetti diritti che oggi somigliano a privilegi non più sostenibili: chi lavora nel pubblico, parlo della classe dirigente (burocrati, alti dirigenti, magistrati, politici,), potrà finalmente un giorno condividere la crisi con la maggior parte di noi, che si confronta quotidianamente con il mercato e le sue regole, rinunciando ad una minima parte dei loro generosi emolumenti che attualmente percipiscono? Nel mondo reale il compenso è una variabile dipendente da criteri di produttività; ora – vi chiedo – se si applicasse questa elementare regola di mercato ai cosiddetti manager di Stato quanti di loro potrebbero giustificare i lauti compensi dal momento che l’azienda Italia ha prodotto negli ultimi 30 anni il debito pubblico più alto dell’occidente…..?

Annunci

Commenti»

1. Alberto Cardone - 28 settembre 2013

Queste sanguisughe non prendono nemmeno in considerazione l’ipotesi di succhiare meno sangue italiano.

2. intoitsra - 27 gennaio 2018

Ci sono tasse di un tipo e tasse di un’altro tipo. Non bisogna confondere i due tipi. Noi dobbiamo concentrarci sulle tasse ingiuste perchè sono le più importanti e perchè fanno una vera differenza anzichè una perdita di tempo e di giochi di potere.
In questi giorni sono venuto alla soluzione che le accise sul carburante o persino i servizi gonfiati sui conti elettrici, sono un attacco contro la sovranità del popolo. Dunque l’unico politico che si poteva votare era Renzi e mi sbagliavo sul suo conto. Le accise sui carburanti sono intese a fare inginocchiare l’industria per poi portarla ad obbedire ai truffaldini che fanno prestiti bancari a favore di chi ubbidisce ad un sistema gogliardo che proviene dall’estero. Solo i cittadini possono decidere e determinare se è possibile alzare le tasse sui carburanti e per la sola vera ragione di abbassare gli inquinamenti ma ciò richiede un team dove il popolo è presente, richiede dei conteggi che tengono presente i possibili danni all’industria e perciò la tassa sui carburanti non può essere gestita da lucignoli che si alzano la mattina in politica e dicidono cosa fare. Trattasi dunque di sovversione della politica ed attacco contro gli interessi nazionali. Ho anche sentito in TV che un commerciante diceva che un operaio gli costa 3750 euro di spese totali su di uno stipendio di 1500 euro. Queste sono tasse che oltrepassano il 100 percento e sono totalmente illegali. Non solo illegali ma ancora una volta dimostrano l’attacco incessante contro gli interessi nazionali.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: